Anci Lombardia Logo

Anci Lombardia Salute

Notizie

05|11

2021

di Loredana Bello

Redazione

Con GIOCAA la Comunicazione Aumentativa e Alternativa entra nei pronto soccorso

Lunedì 8 novembre dalle ore 8.45 alle 12.30, presso la Biblioteca Comunale di Carnate (Mb), si terrà l'iniziativa "GIOCAA", una giornata formativa sulla Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA), rivolta agli operatori di pronto soccorso.

L'attività nasce nell'ambito del progetto del Comune di Carnate (Mb) e Anci Lombardia Salute, ancora in fase sperimentale, che prevede l’utilizzo della Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA), attraverso l’ausilio di un codice sostitutivo composto da un’immagine grafica che ne esplica il significato. Il sistema simbolico permette una riconoscibilità immediata e abbatte le barriere comunicative insorte a causa di una disabilità temporanea/permanente oppure dovute ad una scarsa padronanza della lingua. Un sistema che in ambito sanitario permetterebbe di aumentare la collaborazione del paziente, e all’operatore di fare una diagnosi più attendibile in fase di triage, in ambulanza, in terapia intensiva, in geriatria, in pediatria, negli ambulatori MMG, dei Pediatri di famiglia e in tutti i contesti dove si riscontra la necessità di un supporto al linguaggio verbale.

L'iniziativa formativa di lunedì 8 novembre "GIOCAA" permetterà a 12 operatori dell'AAST Lodi, dell'ASST Monza, dell'ASST Brianza e dell'ASST Lecco di familiarizzare con i pittogrammi previsti dalla tabella elaborata nell'ambito del progetto, suddivisa in tre sezioni tematiche: triage, sintomi e casi clinici. Trattandosi di un linguaggio visivo, il percorso formativo si svilupperà attraverso un'attività ludica con l'ausilio di tre giochi equivalenti a tre livelli di difficoltà: il gioco della gentilezza (sessione gioco 30 minuti) è il primo livello di difficoltà per permettere agli operatori di conoscere gli elementi della CAA; il gioco segni sintomi (sessione gioco 30 minuti) e il gioco dei casi clinici (sessione gioco 30 minuti), che introducono elementi di carattere sanitario.

Alla giornata formativa prenderanno parte i professionisti che hanno costituito i tavoli di lavoro, tra i quali il dottor Giovanni Buonocore, Direttore del Ps dell'Ospedale di Merate, il dottor Stefano Paglia, Direttore del pronto soccorso di dell’ASST di Lodi e capo Dipartimento Emergenza Urgenza di Lodi, e Mirco Pirola, Coordinatore infermieristico del pronto soccorso dell'Ospedale di Vimercate.

"Il personale è entusiasta. Cominciare ad utilizzare un sistema di comunicazione diverso in particolari situazioni rende sicuramente più ricca la capacità di avvicinarsi all'utente con difficoltà" ha spiegato Mirco Pirola. "In Ps siamo abituati al tutto e subito, che può significare poco contatto e tanta tecnica. Il confronto con altre realtà è sempre utile e costruttivo, ben venga attraverso un sistema ludico che coinvolga il personale abituato ad una formazione che utilizza molto le tecnical skills".

“Siamo molto soddisfatti dell’offerta formativa che siamo riusciti a proporre, è il risultato di un grande lavoro che la dott.ssa Sara Borali con alcuni operatori del Pronto Soccorso delle ASST aderenti hanno portato avanti negli ultimi mesi. Nonostante la mole di lavoro che ordinariamente devono affrontare, questi professionisti hanno comunque deciso di dedicare del tempo per immaginare una nuova modalità di formazione, crediamo che lunedì possa essere la prima di altre edizioni. A tutti coloro i quali hanno contribuito all’organizzazione va il nostro ringraziamento” ha dichiarato il dott. Massimo Giupponi Presidente di ANCI Lombardia Salute.